Unione dei Comuni del Parteolla e del Basso Campidano - Comunicazione - 09/2014

Eliminazione delle graduatorie provinciali annuali - a decorrere dal primo gennaio 2014 non vengono più formate graduatorie provinciali annuali delle persone iscritte agli elenchi della Legge n. 68/1999.

Oggetto: Eliminazione delle graduatorie provinciali annuali - a decorrere dal primo gennaio 2014 non vengono più formate graduatorie provinciali annuali delle persone iscritte agli elenchi della Legge n. 68/1999.

Anno
2014
Settore
Cesil
Tipo
Comunicazione
Numero
9
Data Inizio Pubblicazione
09/01/2014
Data di scadenza
Validato e pubblicato da
Servizio Informatico

Legge n. 68/1999 recante “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”.
Collocamento mirato delle persone con disabilità.

 

Eliminazione delle graduatorie provinciali annuali e criteri di formazione delle graduatorie delle persone iscritte agli elenchi della legge n. 68/1999 in caso di avviamenti a selezione presso gli Enti Pubblici, e in caso di richiesta numerica da parte dei datori di lavoro privati.

L'Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale riferisce alla Giunta regionale in merito all'esigenza di definire i criteri di formazione delle graduatorie delle persone iscritte agli elenchi della Legge n. 68/1999 in caso di avviamento a selezione presso gli Enti Pubblici, e in caso di richiesta numerica da parte dei datori di lavoro privati, al fine di garantire omogeneità sul territorio regionale.

Al riguardo l'Assessore riferisce che le regioni definiscono le modalità di valutazione degli elementi che concorrono alla formazione delle graduatorie per il collocamento mirato, ai sensi di quanto previsto dalla Legge n. 68/1999, art. 8, comma 4, dal D.P.R. n. 333/2000, art. 9, e in materia di assunzioni di persone con disabilità presso gli Enti Pubblici secondo quanto previsto dalla Tabella allegata al D.P.R. n. 487/1994.

La Regione Autonoma della Sardegna, prosegue l'Assessore, non ha ancora adottato un atto di indirizzo, per cui i Servizi per l'Inserimento Mirato delle Province hanno finora operato secondo la disciplina vigente nel periodo antecedente la delega alle regioni delle funzioni amministrative in materia di lavoro e servizi all'impiego, dove la competenza del collocamento obbligatorio spettava al Ministero del Lavoro.

Pertanto, tenuto conto della suddetta normativa, si rende necessario definire i criteri rivolti alla formazione delle graduatorie per le persone con disabilità di cui all'art. 1 della Legge n. 68/1999 e per le persone appartenenti alle categorie protette di cui all'art. 18, comma 2 della Legge n. 68/1999.

L'Assessore inoltre, anche al fine di ridurre il carico degli adempimenti amministrativi degli uffici competenti delle Province, e per concentrare le attività sulla realizzazione delle politiche attive del lavoro, ritiene che con decorrenza dal primo gennaio 2014 non si debba più procedere alla
formazione delle graduatorie provinciali annuali delle persone iscritte agli elenchi della Legge 68/99, le quali risultino in stato di disoccupazione e aspirino ad una occupazione conforme alle proprie capacità lavorative.

L'Assessore riferisce tuttavia che poiché l'adozione dei suddetti criteri è subordinata all'adeguamento del Sistema Informativo del Lavoro (SIL Sardegna), è previsto un periodo transitorio durante il quale risultano prorogate le graduatorie provinciali annuali già esistenti, nonché le procedure in uso presso le amministrazioni provinciali.

A far data dall'adeguamento del SIL, le Province, tramite i Servizi per l'Inserimento Mirato, procederanno agli avviamenti esclusivamente mediante chiamata con avviso pubblico e con graduatoria limitata a coloro che aderiscono alla specifica occasione di lavoro, ai sensi della Legge n. 68/1999, art. 9, comma 5, secondo i criteri stabiliti nell'allegato alla presente deliberazione.

L'Assessore riferisce che la materia è stata approfondita anche nell'ambito di appositi tavoli tecnici con i referenti dei Servizi Inserimento Mirato delle Province.

L'Assessore pertanto, ritenuto opportuno definire i criteri per la formazione delle graduatorie per le persone con disabilità di cui all'art. 1 della Legge n. 68/1999 e per le persone appartenenti alle categorie protette di cui all'art. 18, comma 2 della Legge n. 68/1999, propone alla Giunta l'eliminazione delle graduatorie provinciali annuali con decorrenza dal primo gennaio 2014 e l'approvazione della direttiva contenuta nell'allegato tecnico.

In considerazione della complessità della materia e della specificità delle persone interessate, a tale intervento si attribuisce carattere di sperimentalità.

La Giunta regionale, condividendo quanto rappresentato dall'Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, constatato che il Direttore generale ha espresso il parere favorevole di legittimità sulla proposta in esame;

DELIBERA:

  • di eliminare le graduatorie provinciali annuali delle persone di cui all'art. 1 della Legge n.68/1999 e per le persone appartenenti alle categorie protette di cui all'art. 18, comma 2 della Legge n. 68/1999 con decorrenza dal primo gennaio 2014;
  • di approvare l'allegato avente ad oggetto “Collocamento mirato delle persone con disabilità indicate dalla Legge n. 68/1999 recante “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”. Eliminazione delle graduatorie provinciali annuali e criteri di formazione delle graduatorie delle persone iscritte agli elenchi della Legge n. 68/1999 in caso di avviamenti a selezione presso gli Enti Pubblici, e in caso di richiesta numerica da parte dei datori di lavoro privati”, attribuendogli carattere di sperimentalità;
  • di dare mandato alla Direzione generale dell'Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale affinché venga data ampia diffusione sui nuovi criteri che concorrono alla formazione delle graduatorie delle persone iscritte agli elenchi della Legge n. 68/1999.
Torna all'elenco

Attenzione!
Per l'utilizzo (visualizzazione, stampa, ricerca, etc.) dei documenti pubblicati, è necessario avere installati sul proprio computer, gli appositi programmi di visualizzazione. Per poterli scaricare liberamente è sufficiente portarsi alla pagina Programmi utili del portale comunale e seguire le istruzioni riportate.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto